Cenni storici

L'avvio

Voluta nel 1972 da alcuni amanti dell'opera, invaghiti della nostra regione, come Begum Agha Khan, il Principe e la Principessa Troubetskoy, la Principessa Chervachidzé, le signore de Beaumont, Gould, Ravano e Tunon, nonchè Jean Louis Marsan e consorte, il 17 agosto di quello stesso anno si tenne la prima Assemblea Generale con la Principessa Chervachidzé nelle vesti di Presidente. 
Le succederono Vincenzo Soldati, e alla morte di quest'ultimo sua moglie Violette, che avrebbe impresso notevole slancio all'Associazione per sedici anni. Fu nell'arco della sua presidenza che nel 1981 venne creato il Gran Premio Lirico di Monte-Carlo, secondo il desiderio di Sua Altezza Serenissima il Principe Sovrano e la Principessa Grace. Il premio sarebbe uscito di scena dodici anni più tardi, alla scomparsa della signora Soldati. 
A succederle fu la signora Agnès Vergottis, la quale nel 1996 consegnò il testimone alla signora Kawther Al Abood.

 

Dal 1996 al 2012

La sua prima iniziativa fu di proporre la candidatura degli Amici dell'Opera alla Fedora(Federazione Europea delle Associazioni a Supporto dei teatri e dei festival operistici), che nel maggio del 1998 accolse la richiesta, permettendo così ai nostri soci di partecipare alla vita lirica in Europa. 
Nel 1999 la presidente decise di sviluppare il mecenatismo creando il “Circolo del Flauto Magico”, presieduto da Paul Marie Jacques fino al 2015.

Il 2002 fu l'anno della nomina alla presidenza di Liliane Roy Brochu, che dal 2003 dovette imbattersi in tre lunghe stagioni con spettacoli fuori sede a causa dei lavori di ristrutturazione che interessarono la Salle Garnier. Questi momenti difficili furono contrassegnati da una stretta collaborazione con l'Opera per far pesare il meno possibile agli amanti della lirica l'assenza del loro palcoscenico preferito. Questa cooperazione fu coronata dall'arrivo di un nuovo sipario omaggiato dai membri della nostra associazione.

Fu sempre Liliane Roy Brochu a suggerire uno dei nuovi scopi della nostra associazione, che figura ormai nei nostri Statuti, ovvero di “contribuire allo sviluppo della lirica nel Principato”. 

Dalla sua nomina nel gennaio 2007, Sylvain Cohen prosegue la stretta collaborazione con l'Opera, organizzando ad esempio per l'occasione la serata dedicata a John Mordler, che lascia la direzione dell'Opera dopo essersi dedicato per ben 22 anni alla lirica nel Principato. 

Questo stesso anno 2007 verrà l'arrivo di Jean-Louis Grinda a dirigere la nostra Opera.

 

Oggi

Paul-Marie Jacques viene eletto nel 2015 alla Presidenza della nostra Associazione e lavora in stretta collaborazione con il suo Consiglio d'Amministrazione. 

I legami con l'Opera di Montecarlo permettono di arricchire l'offerta fatta ai nostri soci, in particolare grazie alle appassionnanti presentazioni fatte prima di ogni opera da Jean-Louis Grinda, accompagnato dagli cantanti.